Pescato Jonico

categorie // Branding | Logo Design | Typography
cliente // Cooperativa dei pescatori di Porto Cesareo
anno // 2015

La Cooperativa dei pescatori di Porto Cesareo (Lecce) nasce nel 1979 quando, stanchi dello stato di abbandono in cui versava la categoria, i pescatori decidono di mettersi insieme, alla pari e lottare lavorando. Sino ad allora regnava incontrastata la logica della catena di Sant’Antonio, specie nei periodi di pesca abbondante. Si pescavano grossi quantitativi di pesce, ma al ritorno a terra i pescatori erano costretti a caricare il pescato su grossi camion provenienti da altre regioni d’Italia, a prezzi da fame, perché non c’era alternativa, perdendo di fatto il controllo del loro lavoro, del loro pescato, dei loro guadagni. La cooperativa di pescatori si è sempre contraddistinta per i valori che ha portato avanti. L’attenzione per la dignità del lavoro, contro uno sfruttamento intensivo delle risorse naturali e per la salvaguardia delle stesse attraverso una battaglia per l’istituzione di un’area marina protetta. Un approccio che incarna quelli che sono i valori cooperativi, un modello di impresa centrato sull’impatto sociale che la sua attività può generare.

Il cortocircuito positivo è nato dall’incontro tra due generazioni di cooperatori. Da un lato i pescatori, quasi quarant’anni di esperienza, con il problema di valorizzare la piccola pesca e sperimentare nuove tecniche di vendita; dall’altro l’innovazione, la proposta di cambiare le regole utilizzando tecnologia e una buona comunicazione. Perché parlare di innovazione non ha senso se non serve per risolvere problemi. Noi, come pazlab, progettiamo delle soluzioni ed è la soluzione il tema non la tecnologia che viene utilizzata. In questo caso non abbiamo fatto altro che mettere in mano ai pescatori un tablet. I pescatori rientrando dalla pesca, prima ancora di raggiungere il porto, inviano il quantitativo di pesce pescato al sistema che automaticamente gira le informazioni agli utenti registrati, comunicando loro l’orario di approdo, la quantità di pesce per tipologia, il contato diretto del pescatore. Un’azione semplice, un sistema altrettanto semplice ma che nell’insieme assume una portata potenzialmente dirompente.

Se cooperare significa proporre un modello di impresa in grado di unire lavoro, valore, territorio, comunità, questa è cooperazione.

Pescato Jonico è un progetto che consente di conoscere in tempo reale quali sono le tipologie di pesce pescato in un determinato giorno nella zona di Porto Cesareo (provincia di Lecce). Ti registri al servizio gratuito e ricevi un SMS con la quantità di pescato quando il pescatore è ancora in mare e sta per rientrare in porto. È stato voluto dalla Cooperativa Pescatori dello Jonio, la comunicazione e la piattaforma sono realizzati da Pazlab. L’obiettivo del progetto è vendere a miglio zero pesce appena pescato attraverso un contatto diretto con il potenziale acquirente, sfruttare il vantaggio economico generato dalla disintermediazione e valorizzare la piccola pesca sostenibile.