Stefano Minerva

categorie // Art Direction | Branding | Content Strategy | Digital Campaigns | Infographics | Reports & Toolkits | Social Media | Video
cliente // Stefano Minerva
anno // 2021

Stefano Minerva è già Sindaco di Gallipoli e si candida per la riconferma.

La “città bella” è storicamente molto complessa e vive gli appuntamenti elettorali con la stessa autenticità e veracità che l’ha resa famosa a livello internazionale in ambito turistico.

Il nostro candidato, per affrontare la competizione elettorale, costruisce una coalizione civica di dodici liste. Anime, sensibilità, storie e priorità diverse che rappresentano una grande opportunità di comunicazione. Il suo competitor è un politico di vecchio corso, navigato, molto radicato ma rappresenta il passato.

Minerva è giovane, diventato Sindaco a 29 anni, dopo cinque anni ha fatto una esperienza molto importante, nel frattempo è stato anche eletto Presidente della Provincia di Lecce e da primo cittadino è riuscito a lavorare su diverse progettualità intercettando numerose risorse regionali, nazionali ed europee, per cambiare il volto di Gallipoli.

La “minaccia” principale è esplicitata dal competitor già dai primi giorni di campagna elettorale: “Stefano Minerva ha messo insieme un’accozzaglia di liste”.

A questa minaccia rispondiamo con una visione, un’idea ambiziosa: se da un lato si accusa il Sindaco Minerva di mettere insieme persone senza un progetto politico, la risposta della comunicazione è: i cittadini e le cittadine di Gallipoli vogliono esserci, vogliono metterci la faccia e partecipare. Centonovanta candidati riuniti intorno al claim: una città unita.

Stefano Minerva rappresenta una figura di sintesi tra universi diversi, a volte anche distanti, ma ci consegna un profilo unitario condito da una dimensione istituzionale e da legami forti con i suoi cittadini.

L’approccio di comunicazione che scegliamo è totalmente fotografico.

Nella prima fase della campagna, con la collaborazione della fotografa Ilenia Tesoro, realizziamo degli scatti unici che uniscono la bellezza di Gallipoli, alla presenza di persone, in location che sono state oggetto di interventi importanti da parte dell’Amministrazione comunale e individuando una serie di parole chiave che diventano “slogan” e raccontano di una città che sta cambiando, in meglio: autentica, viva, dinamica, poetica, rigenerata.

Abbiamo poi abbinato a questo set di scatti un claim progettato per ribadire il tema dell’orgoglio di essere parte di una comunità proiettata nel futuro e definisce la priorità del nostro candidato:

Gallipoli più di ogni altra cosa.

Nella seconda fase della campagna abbiamo concentrato tutta la comunicazione nel racconto del lavoro svolto durante il primo mandato e nella spiegazione del progetto di città unita.

Nella terza fase abbiamo invece dato spazio alle proposte per il futuro. Mentre il nostro competitor batteva sull’assenza di un programma della colazione Minerva, abbiamo atteso il momento giusto, che montasse la critica rispetto alla mancanza di progetti, per dare poi ancora più forza e visibilità al programma che abbiamo scelto di presentare in un grande evento pubblico di piazza, con il supporto di slide, render, risorse e obiettivi.

Parallelamente è stato pianificato un fitto programma di comizi di quartiere che ha toccato tutte le zone della città, per strada e nelle piccole piazzette dei vari rioni. Questi appuntamenti sono stati intervellati con numerosi comizi nella piazza principale della città e tutti sono stati documentati grazie a veri e propri reportage fotografici curati da Gabriele Albergo che hanno restituito, per ogni appuntamento, il senso di unità vera della città intorno al candidato Minerva.

Per la volata finale abbiamo realizzato un video social, con la regia di Giuseppe Pezzulla, per ribadire l’autenticità del candidato, il suo profilo di costante disponibilità verso i cittadini e la sua totale aderenza alla comunità locale. Il video è diventato virale sul territorio e ci ha consentito di evidenziare una caratteristica centrale del candidato anche in relazione al suo competitor.

Come in tutte le campagne c’è un ruolo fondamentale che merita un ringraziamento speciale: i volontari della logistica, vero motore di tutte le azioni programmate, vera anima della campagna e sicuro futuro per la città.

Stefano Minerva ha ottenuto un risultato storico, vince al primo turno e nessuno aveva mai prima d’ora ottenuto il 67% dei consensi.